PINOCCHIO - ill. dai Cavalieri


Quella dei Cavalieri è, nel tempo, l’ottava versione illustrata del capolavoro collodiano (la prima è quella del 1883 di Enrico Mazzanti, seguita poi nel 1890 da quella di Giuseppe Magni, e poi nel 1901 da quella di Carlo Chiostri, e nel 1911 da quella di Attilio Mussino, ecc.).

MARIA AUGUSTA CAVALIERI (che è la prima illustratrice donna del Pinocchio), secondo la critica d’arte Silvia Serelli fu educata dal padre che le promise quindi di collaborare al PINOCCHIO, lanciandola così nella carriera di illustratrice. Molte artiste dell’Ottocento furono autodidatte o educate privatamente poiché non era consuetudine che le donne frequentassero scuole d’arte.

Il PINOCCHIO DI CAVALIERI, che a mio parere non può mancare in una importante collezione di Pinocchio tanto sono belle le illustrazioni, si apre già nella copertina con un decoro che richiamano il tardo liberty, ed è illustrato da 8 tavole fuori testo a colori firmate corsivo L. Cavalieri e illustrazioni in testo e fuori testo in bianco e nero non firmate. La sigla M.A. CAVALIERI in stampatello, appare solo in un piccolo disegno nel frontespizio. Per quanto le tavole in bianco e nero non firmate siano attribuite a Maria Augusta esse differiscono molto da quelle a colori firmate dal padre.

MARIA AUGUSTA (nata a Firenze nel 1900) è la grande dimenticata dell’illustrazione fiorentina del primo Novecento, persino sconosciuta a certi “addetti ai lavori” di critica d’arte che non ne conoscono nemmeno l’esatto legame di parentela con Luigi ritenendola una sorella.

Le sue opere meriterebbero al giorno d’oggi di essere note non solo a un ristrettissimo gruppo di esperti di letteratura giovanile.





Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.